Docs Italia beta

Documenti pubblici, digitali.

Censimento del Patrimonio ICT della PA

v19.07.10

Istruzioni per il censimento

Il Censimento del Patrimonio ICT della PA si propone di rilevare i dati necessari per delineare il quadro informativo/statistico sulle principali installazioni informatiche a livello nazionale, regionale e locale, raccogliendo informazioni circa l’insieme delle principali componenti hardware e software in uso dalle amministrazioni pubbliche.

La partecipazione al Censimento consente alle singole amministrazioni di valorizzare il proprio patrimonio digitale e conoscere la classificazione del Data center in uso al fine di poter realizzare correttamente le azioni richieste dal Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019-2021.

Come previsto dalla nuova Circolare AGID n. 1/2019 pubblicata in Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n. 152 del 01 07 2019) e con riferimento ai requisiti riportati nella tabella dell’Allegato A della stessa Circolare, ogni singola infrastruttura quindi potrà essere classificata in una delle seguenti categorie:

  • Infrastrutture candidabili all’utilizzo da parte di un PSN, se soddisfa tutti i requisiti riportati nella colonna Candidabilità all’uso da PSN;
  • Gruppo A, se non soddisfa tutti i requisiti riportati nella colonna Candidabilità all’uso da PSN ma soddisfa tutti i requisiti riportati nella colonna Gruppo A;
  • Gruppo B, se non soddisfa i requisiti di cui alle categorie precedenti e nel caso di mancata partecipazione alla rilevazione.

Si ricorda, altresì, che la parziale o mancata partecipazione al censimento pone automaticamente le infrastrutture come classificate nel Gruppo B.

La classificazione sarà periodicamente pubblicata ed aggiornata sul sito internet dell’Agenzia.

Ogni amministrazione affida le attività connesse al censimento del proprio patrimonio ICT, garantendo la ricognizione dei dati richiesti, al “Responsabile per la Transizione Digitale (RTD)” o colui/lei che, tra il personale dell’Amministrazione, la stessa indichi come Responsabile del Censimento (ad esempio, nel caso in cui non sia stato ancora nominato il RTD).

La rilevazione del Censimento del Patrimonio ICT della PA sarà svolta, esclusivamente attraverso la procedura informatica assistita che guiderà il RTD o il Responsabile del Censimento indicato dall’Amministrazione nella compilazione del “questionario di rilevamento”.

Ai sensi dell’articolo 4 della nuova Circolare AGID n. 1/2019, le amministrazioni sono tenute a trasmettere il Questionario entro 45 giorni solari dalla data di avvio della terza fase (15 luglio 2019).

Si ricorda che la mancata o parziale compilazione del “Questionario” entro i termini stabiliti, qualora non motivata, determina la classificazione d’ufficio dell’amministrazione nel “Gruppo B”.

Successivamente alla conclusione del Censimento, AGID provvederà ad una comunicazione finale contenente la classificazione definitiva che conclude la procedura. Nel caso che l’infrastruttura risulti candidabile all’utilizzo da parte di PSN e le amministrazioni abbiano manifestato interesse a candidare l’infrastruttura/e per l’utilizzo da parte di PSN, AGID avvierà la procedura di verifica di effettiva idoneità.

Partecipa al censimento

Modalità di esecuzione del Censimento

Il questionario di rilevamento sarà accessibile esclusivamente mediante autenticazione SPID a partire dalla data di avvio della terza fase (15 luglio 2019), collegata al “Responsabile per la Transizione Digitale (RTD)” o colui/lei che, tra il personale dell’Amministrazione, la stessa indichi come Responsabile del Censimento (a esempio, nel caso che non sia stato ancora nominato il RTD). L’inizio del questionario coincide con la prima sezione “Anagrafica” che contiene la richiesta di informazioni relative all’anagrafica dell’Ente, del RTD o del Responsabile del Censimento indicato dall’Amministrazione e dell’indirizzo PEC al quale si intende ricevere il link per l’accesso alla seconda parte del questionario.

La seconda parte del questionario contiene le seguenti ulteriori 5 sezioni (che si aggiungono alla prima):

  • Sezione 2 - Organizzazione Ente: contiene la richiesta di informazioni relative all’organizzazione interna dell’ICT dell’Ente, quali ad esempio, numero di sedi, numero di addetti ICT, modalità di gestione (interno/in cooperazione /full outsourcing);
  • Sezione 3 - Dotazione tecnologica dell’Ente: contiene la richiesta di informazioni relative alla connettività e al patrimonio applicativo con indicazione di tecnologie di riferimento, servizi supportati, licenze, ecc.;
  • Sezione 4 - Dotazione tecnologica del Data Center: contiene la richiesta di informazioni relative ai DC e sale server dell’Ente, quali: caratteristiche del DC e dei Server, quantità, caratteristiche sulla sicurezza, compliance alle norme, ecc.;
  • Sezione 5 - Cloud Computing: contiene la richiesta di informazioni relative all’eventuale utilizzo dei servizi Cloud e sul livello di virtualizzazione;
  • Sezione 6 - Voci di Spesa: contiene la richiesta di informazioni sui dati di spesa ICT relativi ai Data Center dell’Ente.

Nota

Si fa presente che al termine della compilazione della Sezione 1 “Anagrafica”, il RTD o il Responsabile del Censimento indicato dall’Amministrazione riceverà all’indirizzo PEC da lui indicato, il link per l’accesso alla seconda parte del questionario con le restanti sezioni del questionario di cui sopra.

Il Responsabile, quindi, riceverà la PEC avente ad oggetto: “PARTECIPAZIONE AL CENSIMENTO DEL PATRIMONIO ICT DELLA PA AI SENSI DEL PIANO TRIENNALE PER L’INFORMATICA DELLA PA 2019-2021” dall’indirizzo PEC censimento.agid@pec.it che conterrà le istruzioni operative per accedere alla seconda parte con le restanti sezioni del Questionario descritte sopra.

Al fine di fornire supporto alla compilazione, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha redatto una breve “Guida alla compilazione”, che l’Amministrazione può consultare accedendo direttamente al questionario.

L’Agenzia ha attivato un sistema di “trouble-ticketing” raggiungibile all’indirizzo: https://helpdeskcensimentoict.italia.it utilizzabile per:

  • comunicare eventuali variazioni riguardanti il nominativo del Responsabile del Censimento / per la Transizione Digitale,
  • ricevere assistenza, qualsiasi chiarimento o informazione sulla compilazione del Questionario,
  • segnalare eventuali malfunzionamenti del sistema.

I dati raccolti saranno utilizzati per adempiere alle previsioni del Piano Triennale 2019-2021, per gli altri fini istituzionali dell’Agenzia per l’Italia Digitale e per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici da parte dei soggetti del Sistema statistico nazionale. Si ricorda che i dati personali richiesti per la partecipazione al Censimento sono trattati nel rispetto del Regolamento (UE) 2016/679.

Questi dati raccolti saranno, pertanto, rielaborati e pubblicati da AGID entro 180 giorni dalla pubblicazione della Circolare n. 01/2019, rendendo disponibile sul sito AGID una sintesi aggregata dei dati più indicativi risultanti dal Censimento, come risultato della linea di azione prevista nel Piano Triennale per l’Informatica della PA 2019-2021.

Le istruzioni operative contenute nella presente pagina sono soggette ad aggiornamento.

Le amministrazioni devono, altresì, consultare periodicamente la presente pagina.

Si ringrazia per la collaborazione.

Agenzia per l’Italia Digitale

Partecipa al censimento